IL PROGETTO – FAIR

Fighting Against Inmates’ Radicalisation

763538 - FAIR - JUST-AG-2016/JUST-AG-2016-03 PROJECT NUMBER: 763538

  • Prevenire la radicalizzazione violenta dei detenuti.
  • Promuovere il distacco da ideologie radicali.
  • Facilitare la reintegrazione nella società.

IL PROGETTO

Prevenire la radicalizzazione violenta dei detenuti.

Promuovere il disimpegno da estremisti violenti.

Facilitare la reintegrazione nella società.

Il progetto FAIR affronta il problema della radicalizzazione violenta con un’attenzione speciale al sistema penitenziario, nel tentativo di elaborare un modello per un metodo alternativo alla detenzione tradizionale che preveda programmi di disimpegno e riabilitazione per i detenuti estremisti.

I principali obiettivi di FAIR sono:

  • Prevenire e scoraggiare il processo di estremismo violento e reclutamento di cittadini europei e stranieri residenti nei paesi coinvolti nel progetto da parte di gruppi terroristici.
  • Promuovere comportamenti di distacco da tali posizioni nelle persone radicalizzate all’interno del carcere.

FAIR include attivamente i seguenti target di intervento attraverso diverse attività:

  • 170 PROFESSIONISTI CHE LAVORANO NEL SISTEMA PENITENZIARIO (polizia penitenziaria, assistenti sociali, operatori medici, volontari, rappresentanti religiosi, avvocati, educatori, psicologi e mediatori culturali) sono coinvolti in gruppi di discussione e in un programma di formazione per operatori degli istituti con lo scopo di incrementare le loro competenze e abiilita nella fase di monitoraggio e di identificazione del processo di radicalizzazione all’interno degli istituti circondariali (WP4). Il programma si basa sull’analisi di pratiche atte a prevenire e combattere la radicalizzazione violenta e sulla mappatura dei bisogni degli operatori del carcere (WP3). Il programma include due strumenti web: una piattaforma con risorse e materiali utili e un servizio online di consultazione per operatori, entrambi promossi attraverso i social network ed eventi di disseminazione nei 9 paesi partecipanti (WP2).
  • 50 DETENUTI radicalizzati in maniera conclamata delete o vulnerabili al reclutamento terroristico sono coinvolti in un programma di riabilitazione in 8 paesi europei (HU, IT, LT, MT, NL, PT, RO, SI).
  • 162 STAKEHOLDERS del sistema giudiziario e delle istituzioni sono coinvolti nella discussione di un modello alternativo di detenzione per la riabilitazione di detenuti radicalizzati (WP5) al fine di raggiungere accordi che ne permettano la concreta fattibilità nel sistema penitenziario.